giovedì, giugno 21

Torta ricotta & fichi

Le cose sono andate all’incirca così.
Avevamo pensato, per questo post, ad un dolce di origine medievale. Una specie di strudel sia nella pasta che nella tipologia (il modo direi) dell’imbottitura: marmellata di fragole appena fatta, noce di cocco grattugiata e gherigli di noce tritati grossolanamente. Ci piaceva molto, soprattutto ci interessava recuperare una consistenza ed una “poetica” del dolce molto grezze, molto legate alla cucina popolare. Poi è successo che abbiamo avuto l’opportunità di ricevere in dono uno splendido cesto di fichi. Primizie. Un raccolto poco sostanzioso che il caldo di questi giorni avrebbe distrutto. Così abbiamo cambiato direzione, pensando di realizzare questa nuova ricetta molto mangiata in Campania, ben fatta da alcuni pasticceri ormai di fama – De Riso in testa – e dal gusto e la bontà immediate. Una scelta coraggiosa se consideriamo che propriamente e più diffusamente potremmo goderne in agosto o già in luglio. Ad ogni modo un’occasione da non perdere, una ricetta da conservare, una semplicità tutta da leccarsi i baffi.

Ingredienti x 8 - 10 persone

Pasta biscotto
100 g di farina di nocciole
100 g di zucchero a velo
100 g di albumi montati a neve
1 pizzico di sale

Unire mescolando la farina di nocciole e lo zucchero a velo con 100 g di albumi montati a neve con un pizzico di sale e un piccolo cucchiaino di zucchero a velo. Formare, servendosi di una sac, 2 dischi su della carta da forma di circa 20 cm. Infornare a 140° per 60 minuti circa.
Ripieno
10 fichi medi
300 g di ricotta di bufala
300 g di panna da montare
6 g di colla di pesce
40 g di zucchero a velo
40 g di albumi
30 g di acqua
75 g di zucchero semolato
marmellata di fichi appena fatta

Meringare montando gli albumi versandovi a filo uno sciroppo composto dallo zucchero semolato e l'acqua. Montare la panna con lo zucchero a velo, sciogliervi la colla di pesce quindi unire la ricotta e i fichi spezzettati grossolanamente. Aggiungere la meringa ottenuta in precedenza e amalgamare. Porre poi alla base il primo disco di pasta biscotto, farcire prima con uno strato di marmellata di fichi fatta fresca, poi col ripieno e ricoprire col secondo disco. Porre in freezer, quindi in frigo e servire spolverizzando con zucchero a velo e poco cacao amaro in polvere.

Stefano Tripodi & Daniela Caselli




Etichette: , ,

12 Comments:

Blogger chiara said...

Squisita!!!!! Mi avete fatto venire un'aquolina non indifferente!!!! :))

21/6/07 1:18 PM  
Anonymous Manu said...

Magnifica! Davvero sublime. e se uno mettesse un pò di cioccolato nel biscotto?

21/6/07 1:52 PM  
Anonymous Fede - Fiordimela said...

Ehi Ehi! Buonissima ricetta! Ma sullo STRUDEL ti potrei dare qualche dritta

;-)

Fede - Fiordimela

21/6/07 5:59 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Ciao Fede, sempre preziosi i tuoi consigli. Del resto ne hai fatto una splendida professione. Un saluto. Ste-
p.s. : ci sentiamo agli inizi di agosto.

21/6/07 6:02 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ho provato più volte a realizzare questo dolce (versione con le pere),pultroppo la pasta biscotto si ammolla sempre rendendo il dolce uno schifo. Uso le vs. stesse dosi dove sbaglio? Voglio provare a farla con il vs ripieno. Vi seguo sempre Valeria

22/6/07 9:19 AM  
Blogger Orchidea said...

oh... mamma mia! Ma questa dev'essere buonissima!
Mi copio subito la ricetta.
Ciao.

22/6/07 1:05 PM  
Anonymous Sara Cuomo said...

Ciao Maialini. Questa ricetta è da sballo. L'ho provata in costiera amalfitana, in viaggio di nozze la scorsa estate. Ne approfitto e prendo la vostra ricetta. Ciao e complimenti.

22/6/07 1:40 PM  
Blogger Giovanna said...

ho lo stesso problema di valeria il biscotto si ammorbidisce in frigo... succede anche a voi?

22/6/07 3:24 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

valeria & giovanna: in verità a noi non accade che il biscotto si ammorbidisca così tanto. Provate innanzitutto a tenere la torta nei ripiani meno umidi del frigo oppure a porre nel freezer (facendo molta attenzione) il biscotto avvolto in carta da forno piuttosto che in carta cookie. Nel frattempo un saluto. Fateci sempre sapere. Ste-

22/6/07 6:34 PM  
Anonymous Anonimo said...

Scusate ma non è meglio se il biscotto ammorbidisce? Ho visto esempi pietosi di biscotti duri come pietre mentre io utilizzo proprio il frigorifero per ammorbidire . Ancora una domanda per il Maiale:io sono solo un po' perplessa per gli albumi crudi,sai nonc si sa mai. Faccio male?Casalinga campana

25/6/07 9:37 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Normalmente l'albume crudo è prassi ad esempio anche nel tiramisù (esempio principe) quindi vai tranquilla!!! A presto. Ste-

25/6/07 11:44 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ribadisco che per me è rischioso, infatti anche il tiramisù è notoriamente pericoloso.Con questo caldo io ci andrei cauta. Ciao. Casalinga campana

26/6/07 4:14 PM  

Posta un commento

<< Home