domenica, dicembre 2

Crostino di pecorino romano, miele pinoli & uva passa

Questo è un post light!
Dopo le fatiche di Ercole, ossia il goliardico pranzo in quel dei Castelli, c'è voluto il necessario tempo per riaverci. Remo è volato in Inghilterra, la mia signora è tornata a Parigi ed io ho ripreso la routine capitolina tra fotografia, il Maiale, e compiti vari. Questo piccolo post nasce in un momento di tregua - avete presente 8 ore di fila davanti al computer?! - mentre gli occhi riposano un poco e la casa si offre silenziosa. Solo il piccolo Birba, uno splendido gatto dagli occhi cerulei, accompagna i miei gesti aspettando molliche che cadendo al taglio del pane, lo raggiungano in fretta per essere mangiucchiate. Mi viene da dire "il brunch del single", anche se single non sono...ma solitario stamane proprio si. Un pò come quella battuta di Troisi, quando a casa del professore trova una macchinetta del caffè per una sola persona e commenta: O' massim rà solitudine! Poi aggiunge: Questo non si aspetta mai che qualcuno lo venga a trovare?! Ad ogni modo - l'ironia fa bene - il risultato è davvero eccellente. Innafiatelo pure con un buon vino dalla facile beva, fresco e non troppo corposo. Anche un buon Castelli Romani, quasi per non perdere il filo, può davvero ben accompagnare.Occhio al miele, che a secondo del tipo cambia il retrogusto. Provatene diversi: d'Acacia, al rosmarino come ho fatto io, oppure alla lavanda che potrete sposare con del timo fresco. Il pecorino è quello classico romano, non stagionato, il pane, freschissimo, era uscito dal forno da qualche minuto. Buona domenica.

Ingredienti x 1 porzione

1 ciabatta o pane arabo
100 g di pecorino romano fresco
miele al rosmarino
pinoli
uva passa
1 rametto di rosmarino

Fate riscaldare il forno a 200°. Nel frattempo tagliate le fette di pane non troppo sottili, poi il pecorino a scaglie grossolane. Fate rinvenire l'uva passa in un pò d'acqua tiepida. Asciugatela e mettetela da parte. Cospargete le fette di pane col pecorino, i pinoli e mettetele in forno sotto il grill. Lasciate dorare e leggermente sciogliere il formaggio. Tirate via dal forno, cospargete di poco miele aromatizzato, qualche chicco d'uva passa ed una manciata di foglie di rosmarino fresco.

Stefano Tripodi

Etichette: , , , ,

6 Comments:

Blogger Sara said...

Molto simpatici, e anche bravi. Grazie, mi sono proprio divertita a curiosare un pò nel vostro blog in questo sabato forzatamenre casalingo, causa marito influenzato.
Che bello sentire poi parlare un pò di vino, non che sia un'esperta, anzi sono una novellina ( ho appena finito il primo livello del corso per sommelier), ma cosa sarebbe mettersi a tavola senza del buon vino? un delitto!
Ciao alla prossima

2/12/07 12:46 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

ciao sara grazie per la visita. sei gentilissima. fa piacere che la rubrica del vino ti sia piaciuta, il nostro esperto Giacinto sarà contento.
ma, sei hai appena concluso il primo livello del corso mi sa che in ogni caso te la cavi in fase di degustazione!!! facci sapere come va la prossima bottiglia allora..

saluti

re

2/12/07 9:29 AM  
Anonymous Luigi said...

che bella atmosfera lascia questo post. Gustoso questo crostino. Non ci avrei proprio pensato. Un saluto domenicale.

2/12/07 10:51 AM  
Blogger Alex e Mari said...

Quante belle cose che mi sono persa pure qui!! Ora che torno a Roma per Natale le Fraschette non me le toglie nessuno! Quest'estate a Frascati sono riuscita a mangiarmi solo un panino con la porchetta.
Crostino da urlo!
Buona domenica cari maiali :-)

2/12/07 1:38 PM  
Blogger Gourmet said...

alla faccia della ricetta light!!! :-)))
Spuntino moltoooooo goloso,assai assai!!
Non vedo l'ora di leggere gli abbianamenti con il rosae!
smacks

3/12/07 9:12 AM  
Blogger Gloria said...

e si ragazzi mi piacciono proprio queste cosine con pane e riempimenti vari....

10/12/07 5:48 PM  

Posta un commento

<< Home