martedì, giugno 3

Spiedi di maiale & prugne + marmellata di rabarbaro

Il post del Lunedi, meglio tardi che mai!
Devo essere sincero, sono quasi 10 minuti che provo a dare forma ai miei pensieri e mani alla tastiera cerco di infilarmi fra le righe di questo post. Non credo mi stia riuscendo tanto bene visto che ogni frase battuta é seguita da un diffidente sguardo allo schermo e da un "se vabbé, domani" farfugliato fra le labbra. Ho avuto una giornata piuttosto densa, piena di impegni, persone da conoscere, mani da stringere, battute da scambiare (in inglese poi, figuratevi) e disegni da analizzare. Si, ieri é stato uno di quei giorni in cui ti viene da pensare a se tutto quello che stai facendo, la gente che ti sta intorno e le parole che poco spontaneamente butti fuori pur di portare a termine una mare di banali conversazioni abbiano un senso. Arrivi alle 6 del pomeriggio che proprio non ce la fai piú, non sei piú te stesso e non hai voglia di parlare con nessuno, evitando il minimo contatto visivo con chiunque ti stia intorno.
Fortunatamente peró a casa ti risollevi, alzi la testa e ti godi un pó di tempo in compagnia delle tue cose e della persona che ami. Poi c'é il Maiale Ubriaco che ti da una mano a ritorvare un dimensione sempre piú tua; io lo uso un pó come un diario ed un modo per tenermi vicino al mio caro amico Stefano che dall'altra parte dello schermo legge e mi immagina, in questa realtá cosi diversa da quella in cui siamo crescuti. Termina cosi il mio racconto di oggi, questa piccola parentesi di vita quotidiana. La ricetta che segue va a tutti quelli che in questo momento hanno il piacere di leggermi e a loro auguro una buona settimana!
Ingredienti

x la marmellata
500 gr. di rabarbaro
200 g di zucchero
3-4 cucchiai di succo di limone

Mettete sul fuoco una casseruola con lo zucchero ed il limone e lasciate sciogliere. Unite il rabarbaro lavato e tagliato in pezzi e girate con un cucchiaio di legno per 10 minuti a fuoco alto. Abbassate la fiamma e portate a cottura avendo cura che la marmellata non si addensi troppo. Se volete conservarla, a termine cottura invasate e chiudete ermeticamente.

x gli spiedini
500 gr. di lonza di maiale
400 gr. di prugne fresche
400gr. di patate novelle
alcune foglie di salvia
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
aceto balsamico
sale grosso
pepe nero

Pulire le prugne e le patate e tagliarle a metá; tagliare anche la carne a cubetti e dopo aver aromatizzato il tutto con un filo d'olio extravergine d'oliva, sale e pepe nero iniziare a infilare gli ingredienti in lunghi spiedini di legno, alternandoli a delle profumate foglie di salvia. Finita la preparazione adagiare gli spiedi in un largo piatto o in una teglia e irrorarli con dell'aceto balsamico. Cuocere su una griglia ben calda (naturalmente ideale sarebbe la brace) rigirandoli spesso. Terminata la cottura strofinare con un spicchio d'aglio e servire con una deliziosa marmellata di rabarbaro.

Remo Morretta

Etichette: , , , ,

24 Comments:

Blogger il maiale ubriaco said...

Eh eh...si si, ti immagino proprio mentre scrivi e cancelli. Ma pure mentre stringi le mani alle persone o tiri via parole su parole. Formalità. Questo è uno di quei giorni la cui forza va messa da parte insieme agli altri come questo per pensare di affrontare un tanto agognato progetto ;-) Ste-

3/6/08 2:53 PM  
Blogger Magnolia Wedding Planner said...

Ma ciao! Anche per me è un eterno scrivere e cancellare perchè mi si accavallano idee sempre più giuste di quella che sto mettendo nero su bianco in quel momento ..:-D
Grazie della ricetta della marmellata, mi piace moltissimo il rabarbaro e spero proprio di provare presto!
Silvia

3/6/08 3:59 PM  
Blogger Alex e Mari said...

Sarà che il post del lunedì è difficile da scrivere il martedì, ma proprio oggi anche io ho cancellato e ricancellato tutto.
Hmmmm ottimo accostamento lonza e rabarbaro. Buon proseguimento di settimana, Alex

3/6/08 5:28 PM  
Blogger GràGrà said...

Che accostamento raffinato, mamma mia. Dieci e lode
Grà

3/6/08 5:34 PM  
Blogger twostella said...

Adoro abbinare carne e frutta (questa sera braciole di maiale con asparagi e mele al curry), grazie per l'idea! Sono deliziose le foto della materia prima ... Bye!

3/6/08 11:27 PM  
Anonymous Anonimo said...

una giusta mineralità e freschezza sono le virtù che avrebbe bisogno un vino per esaltare queso piatto che il caro Remo ha preparato,doti che possiamo riscontrare nei nostri cari vini della costiera amalfitana in cui vitigni a bacca bianca come la profumata falanghina,l'esclusiva biancolella fino ai ricercati ginestra ripoli e fenile, la mai nominata pepella..preferibilmente vinificazioni monovitigne se possibile..cosa molto difficile da qelle parti.. nessuna permanenza sulle buccie,solo acciaio,giusta temperatura di servizio ed il matrimonio è fatto..nessuna etichetta,nessuna cantina e nessun nome di produttore noto..seguite solo il consiglio del vostro palato..io l'ho fatto per voi.. e se dopo aver provato non vi sentite soddisfatti fate come diceva mio nonno.."per me c'è solo o' vin' è gragnan" spero di aver reso l'idea..(bevete quello che più vi piace e vi soddisfa)..ATTENZIONE l'aceto balsamico non dovrebbe essere da protagonista nella vostra ricetta..spero sia come io ho immagginato di gustare..piacevole e dominante tendenza dolce,con un'untuosità ai minimi termini ed equilibrata speziatura,la complessità del balsamico dovrebbe essere per il vino minima,altrimenti dovremmo andare a ricercare alre doti come maggiore persistenza aromatica intensa..altro vino..
Cari re e ste ho seguito il vostro invito a leggere il blog del giorno,l'ho fatto con piacere e per farvi capire che sono solo un'istintivo e non un'attaccabrighe..vi auguro una buona settimana

4/6/08 3:47 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Ciao a tutti, ultimamanete vedo parecchi volti noti fra i commentatori, il che fa piacere. Come al solito grazie per i complimenti.
Twostella, credo sia importnante abbinare tutti gli ingredienti che la natura ci offre, senza esagerare naturalmente. Sembra carino il tuo accostamento, anche se non so per le mele al curry (sono cucinate al curry o smeplicemente speziate?)
Anonimo, (credo di aver capito il tuo nome sia Antonio, ma proprio non ti va di firmare?) ;-)
ti ringrazio per l'intervento che in questo caso aggiunge e nulla toglie, magari avercele piú spesso perle di questo genere. Insomma grazie per averci fatto sentire il profumo delle viti campane e della costiera amalfitana. Per l'aceto balsmamico hai ragione, avrei dovuto specificare che gli spiedi vanno appena profumati, in particolare ho notato che la presenza dell'aceto diminuisce dopo la cottura il grado di aciditá della prugna. Proveremo gli abbinamenti suggeriti. E per quanto riguarda il resto "pace fatta"

Grazie a tutti

Remo

4/6/08 10:30 AM  
Blogger twostella said...

Ricetta light: braciole cotte ai ferri. Ho tagliato gli asparagi a pezzetti di 2cm, le mele gialle a cubetti in proporzione. Scottati in acqua salata il tempo di bianchire. Ho saltato frutta e verdura in wok con un goccio d'olio extra, pizzico di sale e pepe e curry. Alla fine qualche cucchiaio di latte. Inventata con le disponibilità di frigo, ma di grande soddisfazione! Buona giornata!

4/6/08 10:43 AM  
Anonymous kosenrufu mama said...

adoro il rabarbaro e la marmellata DOVRò farla al più presto!!!! gli spiedieni con le prugne, poi , devono essere fantastici!!! come d'altronde ogni ricetta di questo squisito angolo!
buona giornata

4/6/08 10:55 AM  
Blogger Melina2811 said...

non l'ho mai assaggiato ma penso che comunque sia ottimo... ciao da Maria

4/6/08 9:21 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Molto bene. Pare che le cose vadano per il giusto verso. Io sono immerso in tanto lavoro e se fossi uno degli smiles di my space sarei di sicuro quello "produttivo". Perdonate, ma sento già Parigi soffiarmi sul collo, rivedo film del grande Tognazzi, genio italiano e appassionato cuoco e buongustaio. Mi rammarica molto di riuscire a offrirvi solo tenui ricette e gustose conserve in questo periodo. Benedico il mio compare che sta sistemandosi una cucina tutta sua; io piango ancora un forno che non funziona.. che per un amante di certe cotture è dir tanto! Ma tornerò presto in forma e quel che conta - può apparir sempre scontato o ridondante (ma è la verità) - è che Il Maiale ingrassi con amore, dedizione, un pizzico di follia e tanto buon gusto.
Ste-

4/6/08 11:44 PM  
Anonymous Anonimo said...

ue' remo, leggo solo oggi quello che hai scritto lunedì. Credimi, tutto il mondo è paese e non è solo un modo di dire; nella terra in cui sei cresciuto e da dove ti sto scrivendo, le cose vanno proprio come le hai raccontate con qualche aggiounta peggiorativa....
La ricetta che hai scritto deve essere buona. Quando ci vediamo ricordati di prepararmela. Ricordati che sabato è il mio compleanno.Mandami la ricetta di una torta :))).
Un affettuoso abbraccio anche a stefano.
Ciao, Claudio

5/6/08 1:39 PM  
Blogger le pupille gustative said...

Solo stasera navigando nella rete ho la calma per guardare le cose, invece che soltanto vederle. E ho guardato questo bellissimo blog scritto a 4 mani da due giovani bravissimi. Che dire...
Fantastiche ricette su fantastiche fotografie.
baci

5/6/08 8:26 PM  
Blogger Pippi said...

;-) a me piace leggerti comunque anche quando sei stanco come oggi ;-*
Grazie per la ricettina unbacio a presto Pippi

10/6/08 12:26 PM  
Blogger Maria Giovanna said...

Ragazzi vi ho assegnato due premi, se volete passare a ritirarli......

Passione&Cucina

10/6/08 12:28 PM  
Blogger Felipegonzales said...

Mi viene fame solo a veder le foto. Davvero belle!

10/6/08 9:07 PM  
Anonymous sandra said...

Caro Ste, capisco i pensieri e il "diario" aperto.. :) anche a me capitano giorni intensi, pieni e "difficili" da digerire.Ma quando arrivo a casa, nella mia cuccia, dimentico qualsiasi cosa, corro in cucina e i problemi svaniscono..
interessante l'abbinamento..bella la foto!bravo Re
:-**

10/6/08 10:32 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

oh, ma grazie mille a tutti. non mi aspettavo di trovare ancora ommenti dopo tutto questo tempo. perdonate l'assenza ma in questo momento sono in viaggio negli stati uniti. sosta di lavoro in California, adesso Denver e poi casa...

a presto

Remo

11/6/08 3:11 AM  
Blogger The Food Traveller said...

Questo mi sa di molto nordico .... ciaoo

11/6/08 7:02 AM  
Blogger Francesco said...

Ciao Ragazzi, vi ho scritto una mail...
gli date uno sguardo...?
please!
Franz

12/6/08 12:22 PM  
Blogger Marcello Valentino said...

Sono davvero colpito dalla tua tecnica... Complimenti.

12/6/08 1:12 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Ciao ragazzi.
Franz, ti leggo subito...
Marcello, grazie mille, complimenti per il tuo lavoro..

Remo

12/6/08 1:29 PM  
Blogger nini said...

Una ricetta che mi piacerebbe proprio assaggiare!Molto stuzzicante...!

19/6/08 7:42 AM  
Anonymous ibis award said...

BANCO SOLIDALE ONLUS
Codice fiscale 95113040653
Via Francesco Manzo 53
SALERNO




Carissimo amico, cara amica parte la seconda edizione del concorso IBIS AWARD 2008. Presto iscriviti, quest’anno grandi novità!! Inoltre i proventi ed eventuali sponsorizzazioni saranno devoluti alla Onlus "Banco della solidarietà" (www.bancodellasolidarieta.it) a sostegno del progetto internazionale Italia Africa.
REGOLAMENTO SU (www.ibisaward.splinder.com )

Segreteria BANCO DELLA SOLIDARIETA’
e-mail:segreteria@bancodellasollidarieta.it
Tel:3346090870

20/6/08 12:44 PM  

Posta un commento

<< Home