venerdì, novembre 17

marmellata di pere & noci


Un'altra conserva preparata nei ritagli di tempo tardo-domenicali. E' l'idea del conservàre ad avvolgere la preparazione. Letteralmente tenere qcs. in modo che non si sciupi, preservare. Il pensiero partecipa allo svolgimento rituale di una "preparazione"; guarda già all'altrove, luogo indatabile in cui il "preparato" si consumerà, estinguendosi progressivamente, per saziare bocche & palati ingordi. Il Maiale Ubriaco propone un appetibile accostamento, di sapore contadino (ma mi verrebbe "contadinesco") : marmellata di pere & noci. Gestiti gli ingredienti, tentate gli abbinamenti, preferibilmente con formaggi stagionati, pane in crosta e vini che lascino i denti color vinaccia.

Ingredienti:

2kg di pere William
20 noci sgusciate
850 gr di zucchero
1 cucchiaino di cannella in polvere
riposo: 12 ore
cottura: 1 ora e 20 minuti

Lavare le pere ed asciugarle con cura.
Sbucciarle, eliminare i torsoli ed i semi quindi tagliarle a spicchi.
In una terrina riunire le pere e lo zucchero e lasciare riposare per 12 ore.
Trasferire la preparazione in una casseruola e portare ad ebollizione. Aggiungere noci e cannella, abbassare la fiamma e, mescolando e schiumando, portare a cottura fino a raggiungere la giusta densità. Mescolare ben bene e versare la marmellata calda nei vasetti facendo attenzione che le noci vengano equamente suddivise. Procedere con la consueta pastorizzazione.

13 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Bellissima questa... l'ho già salvata e la proverò al più presto.
Ciao.

17/11/06 10:18 AM  
Anonymous Anonimo said...

Una buona idea per i regalini di Natale ad amici golosoni!
Valeria

17/11/06 1:01 PM  
Anonymous viola said...

Mai provata. prendo nota. grazie e a presto. Viola

17/11/06 3:17 PM  
Blogger Gourmet said...

Periodo persoso!!! ;-)
Le adoro e mi sa che nella dispensa delle ricette di Natale ci finisce anque qs!!!
buo ni ssi ma!

17/11/06 3:58 PM  
Blogger Gourmet said...

opssss peroso!!!

17/11/06 3:58 PM  
Blogger Kjaretta said...

Bella anche questa conserva, ma secondo me bisognerebbe osare un po'di più con le spezie. Lo so sono noiosa, ma io le adoro e danno un tocco in più.

17/11/06 7:10 PM  
Anonymous maricler said...

Buonasera e complimenti per il sito e le ricette, prima di tutto. Poi...alcune domandine tecniche per chi come me è ancora ingenua in cucina (non troppo, ma mi piace fare la modesta!):
1. quando metto a bollire il composto, non aggiungo nulla, che ne so, vino o acqua?
2. Come si fa la consueta pastorizzazione?
3. Come faccio a chiudere ermeticamente un vasetto?
...sto preparando le ceste (leggi:regali) di Natale, e mi sa che inserirò questa tra i vasetti per gli amici...
Grazie,
maricler

18/11/06 12:57 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Ciao maricler, dunque..innanzitutto grazie per i complimenti, poi procediamo con ordine:
1. no non aggiungi niente. Lo zucchero si scioglierà e la frutta penserà all'acqua, visto che ne contiene molta.
2. Per la pastorizzazione puoi andare alla pagina indicata nella precedente ricetta della marmellata di zucca. Scorri sotto, una volta trovata clicca sulla parola pastorizzazione.
3. Il vasetto si chiude ermeticamente proprio in fase di pastorizzazione. Bollendo i vasetti il tappo dei barattoli (consiglio Bormioli), premendovi al centro, smetterà di muoversi, segno che tutta l'aria è scomparsa da dentro il barattolo.
Facci sapere se hai altre domande. Un saluto affettuoso.

Kjaretta: in questa conserva c'è già della cannella. Ad ogni modo se ti piace un gusto + speziato puoi aggiungere grani di pepe, chiodi di garofano o una spezia a tuo piacimento. La noce ha un gusto forte. Mi piaceva l'idea di lasciarne il sentore a primo palato. Cmq nelle prox conserve penserò al tuo suggerimento. Un bacio.

Gourmet: già, è un periodo interessante. Con le pere poi ci si può sbizzarrire.
Ste-

18/11/06 7:43 PM  
Anonymous Gianna said...

Salve a tutti. Mi piace questo blog. Molto interessante. Una domanda, come si fa a vedere quando la marmellata è pronta? Grazie...vorrei preparare queste deliziose conserve per Natale. Ancora complimenti. Gianna

20/11/06 3:28 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Ciao Gianna. Per vedere quando è ora di spegnere il fuoco, puoi fare la prova cucchiaio: prendi con un cucchiaio un pò di marmellata e la lasci scivolare su di un piatto. Se avrà la consistenza giusta scivolerà via molto lentamente. Se invece dovrà ancora cuocere, lo saprai notando che il composto, ancora troppo liquido, scivolerà dal cucchiaio troppo in fretta. Facci sapere. Un saluto. Ste-

21/11/06 4:34 PM  
Anonymous maricler said...

L'ho fatta! La marmellata è ora nei vasetti, metà sottovuoto e metà per gli ospiti di domani sera. Due appunti: per un ignorante come me che non ha mai cucinato una marmellata vera e che ha vaghi ricordi nonneschi, sarebbe stato meglio specificare l'effettiva grandezza del taglio delle pere (spicchi era un pò vago, ho tagliato dei pezzettoni e..son dovuta ricorrere al minipimer in fase finale);
2: forse un pò meno zuccherosa. A me piace moltissimo anche così, è golosa da leccarsi le dita, ma meno zucchero la renderebbe forse un pò più appetibile.
Per il resto continuate così, ciao ciao e grazie!

24/11/06 9:52 AM  
Anonymous Linn said...

850 kg di zucchero? Sempre a dieta vero? :)

26/11/06 5:00 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Solo ora me ne accorgo: avevo scritto kg anzichè gr di zucchero. Bene, corretto! Ste-

13/12/06 5:40 PM  

Posta un commento

<< Home