domenica, luglio 15

Conserva di melanzane al pomodoro + orecchiette di Gragnano

Questo è un post doppio!
Di questi tempi, nonostante la mia immensa passione per la cucina, proprio non ce la faccio a passare troppo tempo ai fornelli. Il caldo avanza finalmente anche da queste parti e mi preparo alla mia piccola, intensa estate tutta meridionale. Si, perché trascorrerò un po’di giorni nel posto che tanto amo fin da bambino; Scario, un piccolo borgo marinaro nel cuore della costiera cilentana. Ve ne parlo quanto prima, che dite?
Ma ritorniamo alla proposta di oggi. Vi propongo una buona conserva di melanzane, che potrete preparare magari prima di partire per le vostre vacanze ed utilizzare quando e come meglio vi pare. Io consiglio di abbinarla ad un buon piatto di pasta oppure utilizzarla per condire una buona pizza! Taglio corto, vi propongo le mie due semplici ricette e vado a preparare le valigie.
Ah…buon appetito!

Conserva di melanzane al pomodoro



Ingredienti x un barattolo da un litro

2 melanzane
10 pomodori maturi
2 spicchi d’aglio tritati
2 cipolle rosse tritate
6-7 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 mazzetto di prezzemolo
2 foglie di alloro
un pizzico di zucchero
sale
pepe

Preparare il barattolo, lavandolo in acqua bollente ed asciugandolo con cura.
Lavare le melanzane e tagliarle a fette spesse. Pelare i pomodori. In un tegame far rosolare con l’olio extravergine d’oliva, l’aglio, le cipolle, il prezzemolo, i pomodori, aggiungere un pizzico di zucchero, salare e pepare. Dopo qualche minuto aggiungere le melanzane e le foglie di alloro, aggiungendo acqua fino a metà altezza del tegame. Lasciar cuocere a fuoco basso per circa un’ora, fino a quando le verdure saranno ben ridotte. A questo punto riempire il barattolo con il composto e chiudere ermeticamente. Inserirlo in una pentola, coprire d’acqua e far bollire per un’ora circa; far raffreddare all’interno della pentola. Riponete la conserva in un luogo asciutto e al riparo dalla luce.


Orecchiette pastificio Di Martino (Gragnano) e melanzane


Ingredienti x 4 persone

400 gr. di orecchiette
1 kg conserva di melanzane al pomodoro
100 gr. ricotta di capra al forno
Sale

Semplicemente, saltare la conserva di melanzane in padella per qualche minuto e mettere da parte. Intanto cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolare ben al dente e continuare la cottura per qualche minuto nella padella col sugo di melanzane. Impiattare e servire ben caldo aggiungendo una abbondante grattugiata di ricotta di capra.

Remo Morretta

Etichette: , , , ,

11 Comments:

Anonymous Francesca said...

la conserva mi ingolosisce molto
:-P

16/7/07 12:19 PM  
Blogger chiara said...

...in questi giorni stavo proprio pensando a qualche conserva da preparare....Trovata!!
Speriamo che mi venga buona!! :)

16/7/07 1:11 PM  
Blogger °Alice e il vino said...

ciao remo.....grazie per la ricetta della conserva di melanzane....ci stavo proprio pensando in questi giorni ....le orecchiette di Gragnano poi, sono strepitose_
un bacio
_bEtti

16/7/07 8:14 PM  
Anonymous laura said...

bella la conserva, da provare!

a proposito di melanzane, vorrei provare a fare le 'melanzane al cioccolato'... mi dareste la vostra versione?

grazie e molti complimenti

17/7/07 2:15 PM  
Blogger Alex e Mari said...

La devo fare assolutamente per mia sorella che è una frana in cucina e vivrebbe di sole melanzane! Bel blog, complimenti. Ciao, Alex

17/7/07 4:56 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Attenzione: di melanzane al cioccolato parleremo in agosto. Quindi non mancate! Un abbraccio a tutti! Ste-

18/7/07 12:17 AM  
Anonymous laura said...

attendo... trepidante!
grazie.

18/7/07 12:53 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

oh, scusate il ritardo. Grazie per i vostri commenti, sem're belli e preziosi! sono appena tornato da un viaggio di lavoro. A presto.

Saluti

Re

19/7/07 1:01 AM  
Anonymous Anonimo said...

Ben tornato e complimenti a te e Ste.....adoro le frittate, proverò questa ma senza il peperoncino al quale sono allergica. A Ste dico:mi piace l'antifona alla ricetta (imagino tutto quello che hai descritto e mi sembra di sentire il profumo campestre e quello delle ceste ricolme portate dalle donne.
A Re dico:il tuo questa nostalgico ricordo di Scario è commovente, presto si esaudirà e verrai a cercare altre ricette come quelle delle alici preparate dalla mamma di Giggino oppure quella della rugola in pastella di Pasquale. Che ne dici? Terry

20/7/07 7:59 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

bhe...dico che non vedo l'ora di arrivare, disfare le valige e provare queste alici "nbuttunat"..magari riesco a partecipare alla preparazione, no?

Re

20/7/07 11:13 AM  
Blogger kebrunella said...

Non ci credo...Scario!!! Ci ho passato le vacanze della mia fanciullezza: Scario, Policastro, Sapri, ecc.. la mia mamma ora ha un appartamentino proprio li' vicino a Santa Marina (3 minuti circa in auto da Scario)....quando ho letto quel nome...ho avuto un sussulto! Adoro quei posti, tanti ricordi di infanzia!! Sorprende trovare qualcuno in internet che parla e conosce gli stessi posti cosi' significativi nella tua vita, soprattutto quando tu vivi in un posto cosi'lontano come Lanzarote...
Post interessantissimo naturalmente anche per la ricetta...!!! Adoro le melanzane...Ciao, e mi sa che avete una nuova fan!

29/7/07 3:09 PM  

Posta un commento

<< Home