martedì, febbraio 5

Carbonara di pere e cipolla bianca con noci e provolone del Monaco


Cosa succede quando il lavoro incalza, il tempo è brutto, la stanchezza troppa ed il sonno arretrato? Conseguenza inevitabile per noi è trovare un compromesso tra un piatto veloce veloce ma comunque delizioso e genuino. Questo weekend sono stato giù dai miei, arrivando di venerdi sera e ripartendo al volo domenica mattina. Avrei dovuto fare mille cose ed alla fine - ovvio - sono riuscito a concentrarmi solo su alcune. Al rientro ho programmato la settimana appena iniziata, tentato di fare ordine nella mia stanza e finalmente aperto la dispensa, quella del Maiale, per capire cosa riuscire a fare in così poco tempo a disposizione. L'idea iniziale era quella di fare una quiche di pere (ma la faremo, contateci pure!) con ricotta e non so ancora cos'altro. Poi meditando meditando mi è venuta fuori questa finta carbonara devo dire deliziosissima e molto leggera. Si prepara in un baleno e dalla semplicità della preparazione nasce un piatto da continuare a provare per aggiustarlo in alcune sfumature. Potremmo cercare, ad esempio, il tipo di pasta che meglio si addice al connubio pere-noci-provolone. Oppure lavorare ad una carbonara estiva (cosa peraltro già sperimentata) addolcita con la menta ed il limone grattugiato. Insomma chiedo pure a voi: avendo come base l'idea della carbonara cosa sperimentereste? Certo, provare pure a cambiare formaggio. Ho immaginato anche che sarebbe interessante con una composta di pere... ci sto pensando. Ad ogni modo è questo un piatto molto intrigante. Fatemi sapere cosa vi è venuto in mente, io intanto torno al lavoro. Buon appetito!
Ingredienti x 4 persone

350 g di penne ziti rigate
1 cipolla bianca grande
2-3 pere decane
provolone del Monaco stagionato
4 uova
latte
noci
olio
burro
zucchero
sale
pepe
Tritate la cipolla grossolanamente e lasciatela imbiondire in una giusta quantità di olio e una noce di burro. Aggiungete le pere lavate accuratamente e tagliate a tocchetti lasciandovi la buccia. Spolverate di zucchero, una presa di sale ed una manciata di pepe nero tritato al momento. Lasciate caramellare dolcemente quindi tenete da parte. Portate a cottura la pasta in acqua bollente leggermente salata, scolate lasciandola umida e riversatela in padella amalgamando gli ingredienti su fuoco moderato. Versatevi sopra le uova precedentemente sbattute e condite con 2 cucchiai di latte, una presa di sale e una di pepe. Rigirate il tutto avendo cura che l'uovo rimanga abbastanza slegato quindi spolverate con una generosa manciata di provolone del Monaco grattugiato a spesse scaglie. impiattate e guarnite con il condimento tenuto da parte ed una manciata di noci triturate grossolanamente al coltello.
Stefano Tripodi

Etichette: , , , ,

26 Comments:

Blogger comidademama said...

Questa carbonara mi sembra un modo piacevole per aspettare la quiche di pere.

Ciao!

comidademama

4/2/08 11:25 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

sei grande, questo ti dico. Intanto penso a Roma 2004 e mi vengono i brividi. Solo un saluto , dal tuo socio ed amico di sempre.

Saluti a tutti dalla Provenza.

Re

5/2/08 1:53 AM  
Blogger Alex e Mari said...

Complimentissimi! Una carbonara molto originale. Mi ripeterò, la le foto sono sempre bellissime e delicatissime. Beh, ora ne ho usati abbastanza di superlativi. A presto, Alex

5/2/08 9:37 AM  
Blogger °Alice e il vino said...

bella,bella, bella questa carbonara....mi piace
un bacione
beTt

5/2/08 9:42 AM  
Blogger Monique said...

buonissima!!!penso che vi scriverò presto...le foto di bath mi hanno fatto venire un'ideuzza x Pasqua...

5/2/08 10:26 AM  
Blogger elisabetta said...

Pere e formaggio sono un abbinamento che viene spesso dato per scontato, e che invece può rivelarsi sorprendente. Questo piatto ne è una prova (molto molto piacevole).
Ciao
Elisabetta

5/2/08 10:40 AM  
Anonymous dconzero said...

ti leggo con interesse ed ogni qualvolta che sono a caccia di sorprese; ho provato la tua ricetta, risultato strepitoso, non c'è che dire ...ma ti prego...non chiamiamola carbonara con l'aggiunta di aggettivi, la carbonara è un piatto a sé, tutto il resto è altro, con gusto, ma altro
;-)

5/2/08 12:29 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Grazie ragazze/i, in effetti questo piatto mi ha soddisfatto un bel pò.
@dconzero: beh, l'idea parte da una base di carbonara. E se fosse stata solo una carbonara, cioè quella classica, avrei scritto, cucinato e fotografato una classica carbonara. :-)
Ste-

5/2/08 2:41 PM  
Blogger mike said...

Bella questa variazione sul tema e interessante come accostamento...sul libro di j.oliver ho letto di una carbonara con la salsiccia, io la farei con la salsiccia di cinghiale, o meglio ancora con del gustosissimo lardo di colonnata e meno uova...forse un pò di salvia:bho da sperimentare.Bacio

5/2/08 3:36 PM  
Anonymous Anonimo said...

da assaggiare ma ho i miei dubbi sul cozzare degli elementi
marco
www.chefmarco.splinder.com

5/2/08 3:43 PM  
Blogger il maiale ubriaco said...

@marco: prova a cucinarla e vedrai che gli elementi non cozzano ;-)
@mike: in realtà partendo da una base di carbonara si possono fare molte cose. Mi piace l'idea del lardo di colonnata. Bacio a te.
ste-

5/2/08 3:50 PM  
Blogger Christian said...

fantastica questa carbonara! ciao.

5/2/08 4:00 PM  
Blogger Sere said...

Molto particolare l'abbinamento di ingredienti. Da provare assolutamente xè l'accostamento cipolla/pere/provolone è semplicemente libidinoso!

5/2/08 4:11 PM  
Blogger salsadisapa said...

da applauso!!
dì la verità: quanta te ne sei mangiata?
EHHH???
:D

5/2/08 6:24 PM  
Anonymous geppi said...

Recentemente in un ristorante ho mangiato un risotto pere, noci e provolone del monaco...davvero buono e che a giorni penso di mettere sul mio blog.
Grazie come sempre per le idee

6/2/08 9:15 AM  
Anonymous dconzero said...

è che la settimana scorsa è stato celebrato il carbonara day (sic!), non so quanti cuochi in contemporanea, in ogni parte del globo e in contemporanea, hanno cucinato questo piatto attenendosi scrupolosamente alla ricetta originale, rivendicandone l'assoluto rispetto per poter usare il termine "carbonara"...

resta il fatto che il tuo piatto è strepitoso

D.

6/2/08 9:55 AM  
Anonymous guenda said...

Ste è squisito questo piatto!
Devi proprio fare quella quiche con le pere. Complimenti per le foto sempre "evocative".

6/2/08 11:06 AM  
Blogger miciapallina said...

Vabbè.... visto che i superlativi li hanno già usati, per le foto e per la ricetta, a me non resta che sedermi a tavola e apsettare che qualcuno serva questa delizia!
Dove mi metto?

nasinasi

6/2/08 12:39 PM  
Anonymous franci said...

Che bell'accostamento di sapori!!! da provare...
ciao ciao

6/2/08 8:02 PM  
Blogger The Food Traveller said...

Molto molto originale e secondo me azzeccata! Unico dubbio sono le penne e la quantita' di uova. Io ci vedrei una tagliatella stretta (con due bianchi d'uovo in meno) o persino le pipe (ma con 4 uova intere come indichi gia'). Comunque e decisamente da provare!

7/2/08 10:49 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

@the food traveller: Più che una tagliatella stretta ci vedrei uno spaghetto alla chitarra bello rugoso. Si sui bianchi sono d'accordo, anche io pensandoci e rifacendola ne eliminerei un paio. Per le penne non ci stanno male e, ti dirò di più, secondo me si può provare con quelle integrali.
Ste-

7/2/08 4:10 PM  
Blogger Moscerino said...

interessantissimo abbinamento (non voglio interrompere la sfilza di superlativi....). anche io recentemente ho provato le pere con il formaggio (taleggio nella specie) e mi sono piaciute un sacco! adoro le pere perchè sono estremamente versatili in cucina, vanno bene con il dolce e con il salato...e sanno sempre sorprenderti!

7/2/08 4:13 PM  
Anonymous Linda said...

sono ammirata. Splendida ricetta. Proverò e ti farò sapere, dunque siete in due... intrigante ;-)
Ciao

7/2/08 8:17 PM  
Blogger The Food Traveller said...

Magari le penne di farro e si ... uno spaghetto alla chitarra sarebbe perfetto!
Ora se solo mia moglie potesse mangiare la carbonara :-( ancoa qualche mese di attesa.

7/2/08 10:13 PM  
Blogger Daniela said...

mai provata una carbonara così...
slurp!!!

7/2/08 10:42 PM  
Anonymous caravaggio said...

provolone del monaco che prelibatezza buon fine settimana

16/2/08 12:05 PM  

Posta un commento

<< Home